Accedi / Login

Accedi ai contenuti extra, scarica i buoni sconto e partecipa ai concorsi di Misura Stevia

Recupera Password

Intervistiamo Sonia Figone di Sonia nel Paese delle Stoviglie dalla Liguria

 

Nel Paese delle Stoviglie

Per il concorso La Dolcezza che Ti Premia, il campionato dei dolci regionali italiani, intervistiamo oggi Sonia Figone, la blogger ligure di Sonia nel Paese delle Stoviglie. Sonia, nata e cresciuta a Lavagna, vive a Londra dove si occupa di marketing e comunicazione, ma da sempre coltiva la passione per la fotografia e la cucina. Nel suo blog racconta di storie legate al cibo, di viaggi intorno al mondo e di esperienze londinesi, attraverso la lente di una macchina fotografica. Ecco un suo breve profilo:

Chiacchierona, sognatrice e creativa.

Italiana e Londinese, in futuro chissà.

Marketing, comunicazione e fotografia.

Analogica e digitale.

Food, travel, lifestyle e vita.

Gnocchi al pesto e lasagne.

Pizza, sushi e Goong Tohd.

Tè, tè e ancora tè, no latte e limone.

www.nelpaesedellestoviglie.com

 

 

1. Se la tua regione fosse scelta come ambientazione di un film: quale sarebbe? E con quale pianta, albero, fiore la identifichi?

The Bourne Identity inizia nel mar Ligure ed in parte è ambientato ad Imperia. Anche se mi piacerebbe che girassero un film tra i vicoli di Genova, i famosi caruggi dai nomi suggestivi dove si trovano sia edifici di prestigio, come i Palazzi dei Rolli, che botteghe artigiane, alimentari e non, con prodotti affascinanti e ricercati.

Per me la pianta della Liguria è l’ulivo, ma anche specie aromatiche come timo, alloro e rosmarino.

 

2. Conosci il film "Il pranzo di Babette"? Nel film i commensali, aiutati dalla bontà del cibo, dall’atmosfera e dall’amore con cui i piatti sono stati cucinati da Babette, diventano tutti gioviali e felici. Se potessi scegliere: quale dolce tipico della tua regione inseriresti  nel menù di Babette?

 

Direi la Sacripantina, non ho mai conosciuto nessuno a cui ho offerto questo dolce e che abbia saputo rifiutarlo. E’ un dolce lussurioso, che a tavola è in grado di incontrare il gusto e soddisfare il palato di tutti.

 

3. Se cibo buono rende felici: quale dolce della tradizione ligure ti rende più felice? E perchè? (Leggerezza, la ricchezza e varietà degli ingredienti, la facilità di esecuzione, etc...)

Probabilmente i canestrelli per una motivazione semplice, erano i biscotti che nonna Angela mi offriva durante i pomeriggi passati con lei a giocare a carte. I canestrelli sono semplicissimi da realizzare e si usano ingredienti molto semplici quali farina, burro, zucchero a velo, uova. In più sono ottimi da gustare a colazione, a merenda o in ogni momento della giornata e in una scatola di latta si conservano per parecchi giorni.

4. In cucina, utilizzi gli ingredienti naturali? Se sì, quale uso ne fai?

Uso moltissimo le spezie e, a parte quelle esotiche come cannella e curcuma che acquisto in negozi specializzati, la maggior parte di esse provengono dall’orto o dai boschi vicino a casa. Mi piace molto il tocco che aggiungono alle pietanze, anche una semplice insalata di pomodori cambia sapore con l’aggiunta di qualche spezia.

5. Ingredienti naturali, leggeri e poco calorici. Impossibile utilizzarli nella preparazione di un dolce, o no? 

La mia risposta è univoca: sì.

Oltre alla Stevia che dà un contributo importante nel taglio delle calorie, altre accortezze possono essere quelle di utilizzare l'olio al posto del burro e farine integrali al posto di quella raffinata 00, perché conservano meglio i principi nutritivi e contengono un maggior apporto di fibre. Gli alimenti ricchi di fibre tengono bassi i livelli di zucchero nel sangue, aiutano il transito intestinale e saziano molto di più dello stesso prodotto fatto con ingredienti raffinati.

6. Hai provato Misura Stevia. Che consigli daresti per utilizzarlo al meglio in ricettazione?

Il primo e’ quello di consultare lo Stevia converter (https://www.misurastevia.it/page/la-dolcezza-che-ti-premia-stevia-converter#.U9oHx_ldV8F), in quanto la Stevia ha un potere dolcificante maggiore dello zucchero e andando a “naso” basandosi solo sulla proprio esperienza garantisce un disastro annunciato, ve lo confermo per esperienza diretta. ☺

Inoltre, visto il particolare aroma della Stevia vi consiglio l’abbinamento con limone, cacao e menta. Ottimo l’utilizzo nella produzione di biscotti, dove il retrogusto di liquirizia si attenua durante la cottura. E per l’estate? Freschi smoothie con i frutti di stagione.

1. Se la tua regione fosse scelta come ambientazione di un film: quale sarebbe? E con quale pianta, albero, fiore la identifichi?

The Bourne Identity inizia nel mar Ligure ed in parte è ambientato ad Imperia. Anche se mi piacerebbe che girassero un film tra i vicoli di Genova, i famosi caruggi dai nomi suggestivi dove si trovano sia edifici di prestigio, come i Palazzi dei Rolli, che botteghe artigiane, alimentari e non, con prodotti affascinanti e ricercati.

Per me la pianta della Liguria è l’ulivo, ma anche specie aromatiche come timo, alloro e rosmarino.

 

2. Conosci il film "Il pranzo di Babette"? Nel film i commensali, aiutati dalla bontà del cibo, dall’atmosfera e dall’amore con cui i piatti sono stati cucinati da Babette, diventano tutti gioviali e felici. Se potessi scegliere: quale dolce tipico della tua regione inseriresti  nel menù di Babette?

 

Direi la Sacripantina, non ho mai conosciuto nessuno a cui ho offerto questo dolce e che abbia saputo rifiutarlo. E’ un dolce lussurioso, che a tavola è in grado di incontrare il gusto e soddisfare il palato di tutti.

 

3. Se cibo buono rende felici: quale dolce della tradizione ligure ti rende più felice? E perchè? (Leggerezza, la ricchezza e varietà degli ingredienti, la facilità di esecuzione, etc...)

Probabilmente i canestrelli per una motivazione semplice, erano i biscotti che nonna Angela mi offriva durante i pomeriggi passati con lei a giocare a carte. I canestrelli sono semplicissimi da realizzare e si usano ingredienti molto semplici quali farina, burro, zucchero a velo, uova. In più sono ottimi da gustare a colazione, a merenda o in ogni momento della giornata e in una scatola di latta si conservano per parecchi giorni.

4. In cucina, utilizzi gli ingredienti naturali? Se sì, quale uso ne fai?

Uso moltissimo le spezie e, a parte quelle esotiche come cannella e curcuma che acquisto in negozi specializzati, la maggior parte di esse provengono dall’orto o dai boschi vicino a casa. Mi piace molto il tocco che aggiungono alle pietanze, anche una semplice insalata di pomodori cambia sapore con l’aggiunta di qualche spezia.

5. Ingredienti naturali, leggeri e poco calorici. Impossibile utilizzarli nella preparazione di un dolce, o no? 

La mia risposta è univoca: sì.

Oltre alla Stevia che dà un contributo importante nel taglio delle calorie, altre accortezze possono essere quelle di utilizzare l'olio al posto del burro e farine integrali al posto di quella raffinata 00, perché conservano meglio i principi nutritivi e contengono un maggior apporto di fibre. Gli alimenti ricchi di fibre tengono bassi i livelli di zucchero nel sangue, aiutano il transito intestinale e saziano molto di più dello stesso prodotto fatto con ingredienti raffinati.

6. Hai provato Misura Stevia. Che consigli daresti per utilizzarlo al meglio in ricettazione?

Il primo e’ quello di consultare lo Stevia converter (https://www.misurastevia.it/page/la-dolcezza-che-ti-premia-stevia-converter#.U9oHx_ldV8F), in quanto la Stevia ha un potere dolcificante maggiore dello zucchero e andando a “naso” basandosi solo sulla proprio esperienza garantisce un disastro annunciato, ve lo confermo per esperienza diretta. ☺

Inoltre, visto il particolare aroma della Stevia vi consiglio l’abbinamento con limone, cacao e menta. Ottimo l’utilizzo nella produzione di biscotti, dove il retrogusto di liquirizia si attenua durante la cottura. E per l’estate? Freschi smoothie con i frutti di stagione.

Intervistiamo Sonia Figone di “Sonia nel Paese delle Stoviglie” dalla Liguria

 

Per il concorso La Dolcezza che Ti Premia, il campionato dei dolci regionali italiani, intervistiamo oggi Sonia Figone, la blogger ligure di Sonia nel Paese delle Stoviglie (http://www.nelpaesedellestoviglie.com/about/). Sonia, nata e cresciuta a Lavagna, vive a Londra dove si occupa di marketing e comunicazione, ma da sempre coltiva la passione per la fotografia e la cucina. Nel suo blog racconta di storie legate al cibo, di viaggi intorno al mondo e di esperienze londinesi, attraverso la lente di una macchina fotografica.

 

1. Se la tua regione fosse scelta come ambientazione di un film: quale sarebbe? E con quale pianta, albero, fiore la identifichi?

The Bourne Identity inizia nel mar Ligure ed in parte è ambientato ad Imperia. Anche se mi piacerebbe che girassero un film tra i vicoli di Genova, i famosi caruggi dai nomi suggestivi dove si trovano sia edifici di prestigio, come i Palazzi dei Rolli, che botteghe artigiane, alimentari e non, con prodotti affascinanti e ricercati.

Per me la pianta della Liguria è l’ulivo, ma anche specie aromatiche come timo, alloro e rosmarino.

 

2. Conosci il film "Il pranzo di Babette"? Nel film i commensali, aiutati dalla bontà del cibo, dall’atmosfera e dall’amore con cui i piatti sono stati cucinati da Babette, diventano tutti gioviali e felici. Se potessi scegliere: quale dolce tipico della tua regione inseriresti  nel menù di Babette?

 

Direi la Sacripantina, non ho mai conosciuto nessuno a cui ho offerto questo dolce e che abbia saputo rifiutarlo. E’ un dolce lussurioso, che a tavola è in grado di incontrare il gusto e soddisfare il palato di tutti.

 

3. Se cibo buono rende felici: quale dolce della tradizione ligure ti rende più felice? E perchè? (Leggerezza, la ricchezza e varietà degli ingredienti, la facilità di esecuzione, etc...)

Probabilmente i canestrelli per una motivazione semplice, erano i biscotti che nonna Angela mi offriva durante i pomeriggi passati con lei a giocare a carte. I canestrelli sono semplicissimi da realizzare e si usano ingredienti molto semplici quali farina, burro, zucchero a velo, uova. In più sono ottimi da gustare a colazione, a merenda o in ogni momento della giornata e in una scatola di latta si conservano per parecchi giorni.

4. In cucina, utilizzi gli ingredienti naturali? Se sì, quale uso ne fai?

Uso moltissimo le spezie e, a parte quelle esotiche come cannella e curcuma che acquisto in negozi specializzati, la maggior parte di esse provengono dall’orto o dai boschi vicino a casa. Mi piace molto il tocco che aggiungono alle pietanze, anche una semplice insalata di pomodori cambia sapore con l’aggiunta di qualche spezia.

5. Ingredienti naturali, leggeri e poco calorici. Impossibile utilizzarli nella preparazione di un dolce, o no? 

La mia risposta è univoca: sì.

Oltre alla Stevia che dà un contributo importante nel taglio delle calorie, altre accortezze possono essere quelle di utilizzare l'olio al posto del burro e farine integrali al posto di quella raffinata 00, perché conservano meglio i principi nutritivi e contengono un maggior apporto di fibre. Gli alimenti ricchi di fibre tengono bassi i livelli di zucchero nel sangue, aiutano il transito intestinale e saziano molto di più dello stesso prodotto fatto con ingredienti raffinati.

6. Hai provato Misura Stevia. Che consigli daresti per utilizzarlo al meglio in ricettazione?

Il primo e’ quello di consultare lo Stevia converter (https://www.misurastevia.it/page/la-dolcezza-che-ti-premia-stevia-converter#.U9oHx_ldV8F), in quanto la Stevia ha un potere dolcificante maggiore dello zucchero e andando a “naso” basandosi solo sulla proprio esperienza garantisce un disastro annunciato, ve lo confermo per esperienza diretta. ☺

Inoltre, visto il particolare aroma della Stevia vi consiglio l’abbinamento con limone, cacao e menta. Ottimo l’utilizzo nella produzione di biscotti, dove il retrogusto di liquirizia si attenua durante la cottura. E per l’estate? Freschi smoothie con i frutti di stagione.

Leggi tutte le News

RICETTE E ABBINAMENTI

Misura Stevia in cucina: idee e suggerimenti per non rinunciare alla dolcezza e rimanere in forma.

...

NATURALMENTE DOLCE
Zero calorie*

La stevia, una pianta dalle incredibili qualità. Scopri di più!

...